Poesie in patois

Questa e la prima poesia in dialetto che ci e` stata inviata da un gentile collaboratore di Valle Soana News. Viene pubblicata ovviamente con piacere, sperando che possa essere la prima di una lunga serie di opere dei nostri poeti Valsoanesi...

Le serise de Quandin di Ivan BIANCO LEVRIN 

LE SERISE DE QUANDIN

En tel pra de mia mareina
Da le bande de Quandin
I chersive na serisi
Chi dunave de balin

Gnont serise bl russ
Chi te fundunt en bucc
E te truue n’fim le turte
Che a mingile tia fai p

Gnont serise riunde e neire
Che tia hchiaire dan tel pra
E chi’nvittunt a marodda
Tti ‘nsembio li meina

Gnont grafiun chi rehtunt buni
Canche l’truni aleht pasa
O che l’ura e la gran pioggi
Lu recorf jan reversa

Ma balin, balin d’ahchiop
Fera pel e dedint us
Caramelle ‘n puch speciale
Rarit dla val de Fus



LE CILIEGIE DI QUANDIN

Nel prato della mia madrina
Dalle parti di Quandin
Cresceva un ciliegio
Che dava dei pallini

Non ciliegie belle rosse
Che ti fondono in bocca
E trovi sulle torte
Che a mangiarle non ce la fai pi

Non ciliegie rotonde e nere
Che le vedi dal prato
E che invitano alla raccolta (1)
Tutti insieme i bambini

Non ciliegioni che rimangono buoni
Quando il tuono passato
O che il vento e la gran pioggia
Il fieno han riversato

Ma pallini, pallini da fucile
Fuori pelle e dentro osso
Caramelle un po’ speciali
Rarit della valle di Forzo

 

L’ahchia e lu Huch >> La scheggia e il ceppo